Home Convegni I rischi naturali nel territorio delle Colline Romane - Ariccia (Rm)
COMUNITA' DI SANT'EGIDIO
La GUIDA "DOVE mangiare,
dormire, lavarsi" 2013

20ª edizione


L'assistenza agli "Amici per la strada" è un servizio che i volontari della Comunità di Sant'Egidio offrono quotidianamente ed il loro impegno credo che sia utile segnalarlo su un sito che tratta di Protezione civile, consultato da operatori istituzionali e volontari. Per questo motivo indichiamo il link dove è possibile visionare la GUIDA, un libretto che è una bussola da tenere in tasca per orientarsi nella città o da indicare a chi non la può consultare. La pubblicazione informa sui posti dove a Roma si può avere aiuto e accoglienza, dove mangiare, dormire e lavarsi.

sfoglia la guida



PDF Stampa E-mail

I rischi naturali nel territorio delle Colline Romane di Francesco Petrassi 

Nella splendida cornice della Sala Maestra di Palazzo Chigi di Ariccia, il 22 marzo scorso si  è tenuto il convegno di protezione civile su “I rischi naturali nel territorio delle Colline Romane”.

 

      Il tavolo della Presidenza del Convegno
                 

 

   Il Cordinamento Comitati difesa diritti dei cittadini del Lazio e l’Azienda Sviluppo della Provincia di Roma (ASP) sono stati i promotori di un convegno sui rischi naturali che interessano il territorio della provincia di Roma nel comprensorio delle Colline Romane. Sulla scia del­l’interesse suscitato dal precedente incontro, tenutosi­ a gennaio scorso nella Sala Consiliare del X° Municipio, nel quale stati esaminati i rischi naturali del Municipio e dei Castelli romani, nel Convegno di Ariccia sono state prese in esame le possibili calamità di uno dei più vasti territori della Regione Lazio. La qualificata e numerosa presenza di relatori in rap­presentanza di Università, Agenzie ed Enti locali, ha dato all’incontro un elevato livello di interesse. Dall’Unione delle Province del Lazio, che ha concesso il Patrocinio, alla Provincia di Roma, dal Comune di Roma all’Università Roma 3, impor­tanti Istituzioni hanno contribuito ad informare i par­tecipanti al convegno sugli studi, i piani di emergenza e le esercitazioni di protezione civile programmate in questo territorio. Quest’ultimo argomento è stato trattato dal Dott. Carlo Rosa Responsabile dell’Ufficio di protezione civile della Provincia di Roma che ha presentato l’esercitazione che si terrà tra Nemi, Genzano ed Ariccia nella quale verrà simulata un’emergenza conseguente ad un evento sismico con epicentro a Nemi. Qualificate relazioni sullo studio del territorio sono state presentate dal Dott. Lorenzo Marcolini, dal Dott. George Mu’Ammar, dal Dott. Michele Colangelo e dall’Ing. Alessia Iscaro tutti impegnati sui pro­getti per il territorio promossi dall’Agenzia per lo Sviluppo della Provincia di Roma. Importante il contributo dell’Università Roma 3 che con le rela­zioni presentate dal Dott. Guido Giordano e dal Dott. Luca Tarchini, dell’equipe del Prof. Franco Barberi e del Prof. Renato Funiciello (Università Roma III - Facoltà di Scienza della Terra), hanno apportato un contributo scientifico molto utile allo svolgimento dei lavori. Ultimo, ma non per importanza, l’intervento della Dott.ssa Patrizia Cologgi Direttore del Dipartimento della Protezione civile del Comune di Roma, che ha esposto la sua proposta di un Network comunale di protezione civile basato sulla partecipazione, la concertazione e la sussidiarietà di tutte le componenti che concorrono all’attività di protezione civile comunale. Questo modello può essere applicato anche a livello regionale per costituire un’ piano di risposta nelle emergenze che potrebbero verificarsi. Per concludere il Presidente del Coordinamento dei Comitati difesa diritti dei cittadini del Lazio - Pasquale Ingafù e Massimo Petrassi, Vice Presidente del Coordinamento stesso ed organizzatore dell’incontro, hanno ringraziato il Comune di Ariccia ed il Comandante della Polizia Municipale per la disponibilità offerta e la sensibilità dimostrata nell’ospitare un convegno in cui è stato trattato un argomento di alto interesse generale.

 

 


 

 
                                           

 

                                              

 Massimo Petrassi - organizzatore del Convegno